Vai ai contenuti
Bruno MADEDDU




Le sensazione che si ha nel guardare le immagini di Bruno Madeddu è senza dubbio positiva, avvolgente e rispettosa. Un viaggio nei volti delle persone, che trasudano di vero, vissuto e dignitoso.
Se dobbiamo fare un paragone, infatti Madeddu incarna la filosofia fotografica di un grande reportagista Steve Mcurry.
Entrambi con la loro capacita' empatica, emotiva ma mai entrante, riportano agl' occhi, esperienze di vite lontane dai nostri schemi, dalle nostre tradizioni, ma lo fanno con lo sguardo di chi non giudica, non critica, non ipotizza. La fedelta' e il rispetto umano in prima cosa, la curiosità in seconda: affascina perciò tuffarsi nella moltitudine delle diversità coesistenti al mondo e allo stesso tempo analizzarne le somiglianze. E' come se dicessero, siamo tutti diversi ma in fondo siamo tutti uguali. Sta qui il dono dei grandi reportagisti, inetti di fronte alla bellezza, ma fedeli riproduttori di verità.
Quasi dal taglio giornalistico i ritratti e le situazioni descritte da Madeddu, rafforzati da un clinico studio dei colori, e da un buon uso del bianco e nero ci trasmettono anche l' esperienza di un viaggiatore che non ha voluto fermarsi ad una prima impressione, ma che ha indagato, si è intrufolato ed è riuscito a creare un contatto tra lui e l'altro senza per questo invaderne l'emotivita', carpendone invece il lato umano. Lo studio dell'uomo ha come fulcro centrale il lavoro del fotografo di viaggio, e qui Madeddu ne prende pienamente le vesti.
(F.G)























Questo sito  non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della
legge n° 62 del 7.03.2001.

Tutte le immagini presenti su questo sito appartengono ai rispettivi autori
SOSTIENI BESTSELECTED
Torna ai contenuti