Vai ai contenuti
Rosita DELFINO




Rosita Delfino è una grande comunicatrice dell'universo femminile e lo si evince facilmente osservando tutta la sua affascinante produzione fotografica. La talentuosa fotografa concentra infatti il suo sguardo e la sua arte allo stesso tempo sia sulla dimensione corporea ed esteriore della donna che sul mondo interiore quello dei sentimenti e delle emozioni più profonde. Ecco così che il corpo, l'esteriorità, la materia carnale  è espressione di quel complesso e sensibilissimo  universo interiore: il corpo è veicolo di sentimento , è strumento comunicatore dell'anima e dell 'essenza piu' autentica della donna. Le fotografie di Rosita Delfino assumono le sembianze di dipinti crepuscolari che descrivo ambienti e situazione romantiche nelle quali eteree madonne si mostrano in tutta la loro poeticità, in modo sfuggente,talvolta tragico,simbolico simili a fantasmi e presenze leggerissime composte di spirito ed energia metafisica. I loro corpi assumono alternativamente ora pose dotate di dinamicità parventi avere l'impressione come di sfuggire alla cornice dell'immagine; altre volte i soggetti finiscono invece per assumere posizioni di abbandono, di resa come schiacciati dal peso dell'esistenza. E' interessante notare poi come i soggetti in molti casi siano animati da una tensione corporea  e da  movimenti energici e vitali come se fossero posseduti da un desiderio  di fuga da un proprio guscio o prigione che li attanaglia e li opprime; una gabbia buia , tenebrosa  senza via di fuga. La fotografa ci sembra così voler raccontare e descrivere tramite le sue affascinanti immagini  la lotta che si svolge all'interno della donna, nel profondo: della sofferenza ,delle difficoltà e le ferite incontrate e subite durante il corso della vita che lacerano e straziano l'animo. Proprio tutte queste problematicità però  se affrontate e comprese condurranno la persona in modo illuminante verso una migliore comprensione del sé ed al conseguente approdo ad un più alto livello di conoscenza; una sorta di ascensione , di conquista e di estasi: la della pace dei sensi , "il nirvana" dimensione ultima.
Immagini di atmosfere ovattate, delicate, oniriche nelle quali domina la tenebra e la luce che squarcia l'oscurita', i corpi dei soggetti spesso avvolti da veli , da plastica; il tutto sembra alludere alla nascita di una farfalla, l uscita dal suo bozzolo  che è stata allo stesso tempo la sua prigione ma  anche gabbia protettrice per liberarsi infine nell'aria, libera , verso il cielo, verso una nuova esistenza ed allo stesso modo farà la donna liberandosi da tutte le sue angosce e trovando finalmente la pace agognata.
Molto interessanti infine a questo proposito la sua serie di autoritratti  nei quali Rosita sembra mostrare le proprie fragilità raffigurandosi abbandonata, provata in cerca di aiuto; di qualcuno in grado di salvarla. Ma il suo sguardo che scava dentro l'animo dell'osservatore sembra voler dire: ok queste sono le mie debolezze , la mia tristezza, le mie ferite , tutta la mia sofferenza ma io non ho paura di mostrare le mie vulnerabilità, ho la forza di confessarmi in tutta la mia verità, non ho paura dei giudizi altrui e non conosco la falsità . E tu?
(V.P)





Questo sito  non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della
legge n° 62 del 7.03.2001.

Tutte le immagini presenti su questo sito appartengono ai rispettivi autori
SOSTIENI BESTSELECTED
Torna ai contenuti